mercoledì 21 luglio 2010

Esperimento sociale (parte II)

Questo post è la seconda (breve) parte del racconto della nostra esperienza su Gleeden, sito nato all'unico scopo di favorire e promuovere relazioni extraconiugali. Se non avete letto la prima parte cliccate qui.
Abbiamo creato anche un profilo maschile, curiosi di vedere se anche le donne erano così ansiose di trovare amanti come lo sono gli uomini. Abbiamo scoperto qualcosa di inquietante (a mio avviso): per gli uomini, Gleeden è un sito a pagamento. Sì, se sei donna è tutto gratuito. Se sei uomo anche solo avviare una conversazione in chat o mandare un messaggio ha un prezzo: che per altro, per un singolo messaggio è tra 1 e 2 euro.
Cioè, al limite posso anche capire un signore di mezz'età, un po' annoiato, con la moglie ormai grassa e rompicoglioni in vacanza dai suoceri... che magari decide così per curiosità di conoscere qualche altra donna, etc.

Ma pagare?!? Cioè ci tieni così tanto a tradire tua moglie che sei disposto a pagare anche solo per parlare con un'altra donna? Non hai altre soluzioni? Non è neanche andare a puttane. E' trovarsi in un gradino ancora inferiore della scala umana. Ecco il link per la terza puntata!

Per andare avanti a leggere la nostra inchiesta su Gleeden, clicca qui.
Per tornare all'homepage di Il pane e le rose, clicca qui.

3 commenti:

Ilaria ha detto...

Allucinante!

Gio ha detto...

Accidenti c'è troppa suspance, voglio la terza parte subito! :)

Alè ha detto...

eccola!!! :)