giovedì 23 settembre 2010

UN'ETA'... DIFFICILE

Ho un problema. Ogni volta che dico quanti anni ho la gente mi guarda incredula. Oppure ogni volta che qualcuno stima la mia età, sbaglia di un paio di decenni. Eppure non sono, che ne so, uno di quei diciottenni già senza capelli, o uno di quei trentenni con la faccia da bambino e le Bull Boys ai piedi. Non sono neanche uno di quei ragazzini appena usciti dal liceo che vanno in giro in giacca e pantaloni eleganti, e non ho neanche un capello bianco in testa.
Mi vesto in t-shirt e scarpe da ginnastica. Frequento gente della mia età e anche gente più giovane. Eppure ho questo problema: tutti (quasi tutti) mi pensano molto più vecchio di quanto non sia.

Già qualche anno fa, per esempio, succedeva che andassi in giro con mio fratello, di otto anni più vecchio di me, e che qualcuno ci chiedesse chi dei due fosse il maggiore. Ma fin lì... al massimo pensi: forse io dimostro un paio d'anni in più, mio fratello un paio d'anni in meno...
Il vero evento traumatico è avvenuto qualche mese fa, a una cassa dell'Esselunga. Spedito da mia madre a far la spesa, arrivo bel bello alla suddetta cassa con il mio carrello, vestito con un paio di pantaloncini da tennis più t-shirt usata anche come pigiama, o al massimo per fare allenamento: insomma, non un abbigliamento da quarantenne, così a occhio.
La cassiera fa passare tutto ciò che ho comprato e mi chiede se ho la Fidaty Card: annuisco e gliela passo. Non contenta, sbircia nel mio carrello e nota che ho un sacchetto di plastica giallo, non di quelli usa-e-getta che ti danno al momento, ma uno più grande e robusto, sempre dell'Esselunga, da tenere e riutilizzare (una qualche cazzata pseudo-ecologista di mia mamma).
"Per caso ha già fatto mettere il bollino sul sacchetto?"
"..." La guardo perplesso.
"Sì," mi spiega lei, "se fa mettere il bollino sul sacchetto ogni volta che lo riutilizza per fare la spesa le regaliamo dei punti fragola in più!"
"Boh..."
Al che la signorina si alza, fruga un po' nel carrello, nota con un assolutamente immotivato entusiasmo la presenza di uno strano bollino blu ed esclama: "Ma sì che c'è! L'avrà messo sua moglie!"

Ci ho messo mesi prima di riuscire a mettere di nuovo piede in quel supermercato -.-'

6 commenti:

Lucyette ha detto...

Beh, dai... la moglie mi sembra il meno peggio: mica bisogna esser quarantenni, per sposarsi! :-D

Alè ha detto...

ma bisogna SEMBRARE quarantenni perché qualcuno dia per scontato che tu abbia una moglie... :(

Mad ha detto...

sei vecchio dentro!

Gio ha detto...

Rassegnati chioc, hai la faccia da vecchio non c'è altra spiegazione!

Alè ha detto...

lascia stare :( non c'è bisogno di infierire...


:)

Ilaria ha detto...

ahahaha.. mi ricordo pure io che già quando eravamo in australia tutti pensavano fossi più grande! :) però ricordo anche che ci tornò utile per entrare in discoteca!