domenica 1 marzo 2009

POPOLO DI FURBI

Leggo con piacere sul giornale di oggi che dal 1° maggio il prezzo del gas si abbasserà del 6%.
Rifletto un paio di secondi e realizzo che:
1 - i costi delle materie prime sono stati molto alti da febbraio ad agosto 2008;
2- i prezzi per i consumatori, invece, sono stati molto alti da settembre ad aprile.
Considerando che il gas si usa quasi unicamente nei mesi invernali, non c'è bisogno di essere economisti per capire che come, al solito, qualcuno sta provando a mettercelo nel sedere. Sarà che a noi italiani piace così.

Per altro, ormai, sono giunto alla conclusione che in Italia quasi tutti considerino assolutamente indispensabile per fare soldi fregare la gente. Basta andare al ristorante in Francia, per esempio, per accorgersene. Lì prendi due piatti, costano entrambi 10 euro, e quando esci (sazio) devi pagare esattamente 20 euro. Punto. L'acqua te la portano del rubinetto gratis, se non sei troppo schizzinoso, e non esiste il coperto. Qui se pensi di spendere 20 euro, poi ci aggiungi l'acqua e il coperto e ne spendi quasi 30: e magari esci che hai voglia di andare a prenderti un kebab perché c'hai ancora una fame della madonna!


(ps: comunque, è sempre meglio bere vino)

1 commento:

ale ha detto...

provo se funziona