sabato 11 settembre 2010

Le mie verità

Per fare questo post ho preso spunto da una nuova trasmissione di Radio 24, "Iosonoqui", in cui il conduttore gioca a convincere gli ascoltatori a "confessare" una loro verità. Lui è il primo che rivela qualche sua piccola bugia, qualche "bravata" di quando era più giovane (e anche no), poi passa la palla al pubblico e si fa raccontare i peccati altrui.

Oggi ho deciso di confessarmi anch'io. Ecco le mie verità:

Non mi chiamo Maddalena ma Maria Maddalena

Il penultimo anno di liceo sono stata bocciata

I miei genitori sono divorziati e hanno un pessimo rapporto, anzi, non hanno alcun rapporto

Ho tradito il mio ex ragazzo

Fumo più di quanto mia mamma creda

Prendo psicofarmaci e vado da una psichiatra per cercare di uscire dagli attacchi di panico

Ci sono un paio di amiche del mio moroso che proprio prenderei a schiaffi

Mi incazzo quando durante una partita di pallavolo mi lasciano in panchina

Tenevo un Topolino sotto il libro quando dicevo a mia mamma di essere in camera a studiare

Forse volevo fare un'altra facoltà, ma la verità è che non mi è mai piaciuto studiare

Spesso piango senza una ragione

Non bevo tè, caffè e coca perché sono paranoiata

Quando faccio i sudoku butto quasi sempre un occhio alle soluzioni

Non sono per niente brava a usare il computer

Spesso ho pensieri cattivi sulle persone, soprattutto quelle che mi stanno più vicino

Odio il profumo che la mia vicina di casa lascia sulle scale quando passa

Non sono credente ma sperante

Non sopporto il modo di guidare di mia mamma

Nella famiglia allargata di mio papà un po' mi sento a disagio

Ho rotto un vasetto a casa di mia nonna e ho fatto sparire ogni pezzo

Non metto niente che abbia i bottoni

Non sono capace di tagliarmi le unghie

Mi sono fatta la pipì addosso alle elementari

Mi infastidisce quando vedo qualcuno che si è dimenticato giù la cerniera dei pantaloni

Anche se la vedo davvero poco penso che mia zia ci stia come persona

Penso che tu, che hai scelto di sposarti a 21 anni, non abbia fatto una gran scelta

Quando io sono a casa e il mio ragazzo è fuori a divertirsi mi rode

Quando ero a Padova ho fatto troppe cazzate

Mi manca la mia indipendenza

Forse non vi ho detto tutta la verità

11 commenti:

Teodoro Chansej ha detto...

insomma ti difendi di continuo e non tolleri le debolezze tue e altrui.
mi sa che ti capisco parecchio.
molto bella questa lista
ciao,
e sta bene

Mad ha detto...

non mi sembra di non tollerare le debolezze altrui...cosa te lo fa dire?
grazie comunque, ,mi fa piacere che ti piaccia.
io spero di stare bene!

Anonimo ha detto...

ci sta :)

Anonimo ha detto...

maddy "anonimo" sarei io, elena.. è che non mi ricordo la password dell'account google!

teodoro ha detto...

mah, mi pare che gente che lascia profumo per le scale o si dimentica di allacciarsi la patta siano, o meglio io le vedo come debolezze, debolezze che la gente non nasconde, forse perché è troppo depressa per nasconderle; tu le tue, a me pare, ripeto: a me pare, le nascondi, tutte.
Credo che a fartele nascondere sia la paura di aspettarti un atteggiamento molto poco benevolente da parte degli altri e quindi meglio nasconderle e non tollerare quelle altrui perché ti ricordano le tue che però nascondi perché hai la convinzione che gli altri diranno: "lo sapevo, lo immaginavo e questa è la prova: mi hai deluso" parole tremende d'accettare, peggio ancora se dette con gli sguardi.
questo è il mio ragionamento meno in sintesi ma ancora talmente sintetico da sembrare un ghirigoro sotto amfetamina.
sta bene

cecile ha detto...

mi piace, soprattutto 'non credente ma sperante ' :)

Mad ha detto...

leggo volentieri il tuo parere, ma credo di non essere completamente d'accordo. dimenticarsi la cerniera dei pantaloni ad esempio secondo me non è una debolezza ma solo una questione di distrazione e un pò di menefreghismo. se vai in bagno, prima di tornare tra la gente, controlla di essere in ordine! nemmeno quella della mia vicina di casa è una debolezza secondo me, usa solo un profumo tremendo e ne mette troppo!
io sono piena di debolezze, e credo che tutti lo siano. ma, davvero, le debolezze degli altri le tollero, anzi a volte mi fa quasi piacere sapere che non sono l'unica ad averne!
non ho nemmeno paura di deludere nessuno, o per lo meno credo di non aver paura di deludere nessuno.
ora proverò a rifletterci, se mi illumino ti faccio sapere!
grazie!

@Cecilia: grazieee ! :)

teodoro ha detto...

mi sa che ho fatto la figura dell'antipatico e del saputo, eppure a vederla un po' di lato mi pareva che la verità fosse così limpida; come certi cieli squillanti e azzurri incastrati in vicoli antichi

Mad ha detto...

assolutamente no, ti assicuro! mi fa solo piacere parlare con qualcuno che esprime la propria opinione!:)

Vale ha detto...

Sei esattamente perfetta così come sei,con tutte le tue debolezze, difetti e pregi. E non c'è da giudicare questa lista ma solo scriverne altre!
Un bacio tesoro (mi manca la tua forchetta)

Mad ha detto...

un bacio anche a te vale,, grazie. ah, se vuoi la forchetta te la presto da mettere il giorno del tuo matrimonio:)