giovedì 10 febbraio 2011

EMOZIONI

Mi emoziono per piccole cose, a volte banali.
Per esempio, ancora oggi, anche se ormai sono passati più di due anni, io ogni volta che lo sento parlare mi emoziono ancora. Mi emoziono a pensare a questo uomo, che sembra poco più che un ragazzo, sia lì a guidare la Nazione più potente del mondo. Mi emoziono ogni volta che i telegiornali lasciano per un paio di secondi la voce profonda e rassicurante di questo signore, prima di soffocarla sotto a traduzioni o a brevi e banali riassunti.
Mi emoziono anche quando lo vedo con il labbro rotto perché si è preso una gomitata giocando a basket. Mi emoziono a vedere la sua faccia pulita, il suo sorriso, la sua pelle nera.


"There is not a liberal America and a conservative America 
- there is the United States of America. 
There is not a black America and a white America and Latino America and Asian America 
- there is the United States of America"

4 commenti:

Giulia Giarola ha detto...

Condivido in pieno!!!!

Lucyette ha detto...

LOL, si è rotto un labbro giocando a basket? Ma povero! Quando è successo?
Me l'ero perso: certo che il Presidente degli Stati Uniti col labbro rotto perché gli han dato una gomitata mentre giocava a basket, è una immagine decisamente nuova... :-D

Anonimo ha detto...

già... grande Barack ;)

http://www.ilpost.it/2010/11/26/obama-punti-labbro-basket/

(Ale)

Anonimo ha detto...

bene. si. emozioniamoci guardando al passato prossimo. se guardiamo il passato vicino e il presente pero, di tante belle parole, poco di fatto. tres typique!