sabato 14 febbraio 2009

Quando il destino esiste

Giovedì sera, venerdì mattina per noi, a Buffalo un aereo è caduto su una casa, nessun superstite.
Ok, fin qui nulla di strano. La cosa veramente singolare è che su quell'aereo viaggiava una donna, non una donna qualsiasi, ma una donna vedova. Suo marito era morto l'11 settembre, era su uno degli aerei che si sono schiantati contro le torri gemelle...
Qualcuno penserà "che sfiga!" ma secondo me, nella tragedia generale, è una cosa molto bella... così, morti nella stessa situazione, solo con qualche anno di differenza... mi piace.


"Non lo sapevi che c'era la morte, quando si è giovani è strano
poter pensare che la nostra sorte venga e ci prenda per mano, venga e ci prenda per mano... "

4 commenti:

Alè ha detto...

mi sto toccando le palle :S

Mad ha detto...

che merda che sei, secondo me è romantico...

Lucia ha detto...

Io ti appoggio: anche io lo trovo un finale romantico, tutto sommato. Shakespeare ci avrebbe imbastito sopra una bella storia u_u

Mad ha detto...

brava!tra donne ci si capisce:)